Veglia di Preghiere per le vittime degli attacchi terroristici del giorno di Pasqua  in Sri Lanka.

        Nella domenica della Divina Misericordia (28 aprile 2019) molte persone si sono riunite in preghiera per le vittime innocenti perpetrate dalla barbarie umana, in particolare per quelli delle stragi effettuate nello Sri Lanka, nel giorno di Pasqua.

Insieme al Cardinale Sepe e ai vescovi ausiliari della diocesi di Napoli,

si sono raccolti i Rappresentanti delle altre Confessioni cristiane, il Venerabile Panangala Vajiragnana Thero--Abate del tempio buddhista di Napoli, Abdallah Amar—Imam della moschea di Corso Lucci, La Comunità dello Sri Lanka di Napoli, altri gruppi Etnici, i Movimenti Ecclesiali, Vicari Episcopali, Decani, Sacerdoti,  Comunità Religiose, le Autorità Istituzionali e delle Forze Armate.

       La comunità Cingalese a Napoli (che ormai conta più di 15.000 cingalesi) è raccolta in particolare su 4 km quadrati, precisamente tra i quartieri Spagnoli e i quartieri Stella e San Carlo Arena. Per la maggior parte sono venuti qui per trovare lavoro e inviare soldi ai familiari: più del 90% lavora come domestico, mentre la parte restante è impiegata nella ristorazione.

Molti sono di fede cattolica, seguiti in particolare da P.Warnakulasuriya Suranga Asiri Tissera s.j. 

Qui di seguito qualche foto dell'evento

  • Twitter Classic
  • c-facebook